Comprare vino online: la convenienza della rete

Il mercato enologico negli ultimi anni ha registrato una certa ripresa in parte grazie alla possibilità di comprare vino online, una pratica che ha aperto la strada ad un nuovo modo di bere.

L’Italia, secondo produttore mondiale per qualità e quantità, ha conosciuto relativamente tardi il mercato digitale e nonostante la grande apertura sostenuta negli ultimi anni è ancora piuttosto indietro rispetto agli altri mercati ma in netta ripresa, avendo dalla sua l’irresistibile eccellenza del gusto. Al di là della difficoltà e delle ritrosie di aprirsi ad un mercato digitale, quella di comprare vino online si presenta come una pratica che vuole in primo luogo rendere il mondo del vino fruibile da un’utenza sempre più ampia e raggiungere sopratutto quei consumatori che apprezzano un buon bicchiere di vino ma non hanno la giusta conoscenza delle meravigliose cantine sparse per tutto lo stivale.

Le aziende vinicole che hanno sposato la politica del far comprare vino online hanno l’esigenza di educare i consumatori a diverse realtà produttive, guidarli negli abbinamenti giusti, abbattere anche i costi, così da offrire la possibilità di gustare comodamente da casa un buon calice di vino che con estrema facilità è stato selezionato e acquistato dalle cantine “digitali”. Certamente una esperienza di consumo nuova ma non necessariamente in negativo, anzi economicamente conveniente e ricca di potenzialità.

L’azienda agricola Al Ponte “annusate” le mille possibilità dell’e-commerce ha sviluppato una piattaforma sui cui comprare vino online selezionando vini dalla forte identità territoriale, lavorati sfruttando al minimo l’impatto chimico e vinificati naturalmente riducendo all’osso l’utilizzo dei solfiti. Vini prodotti del pieno rispetto dell’ambiente, del consumatore, del suo gusto e delle sue tasche. L’azienda, così come altre piccole realtà territoriali, hanno saputo investire in questo settore con lungimiranza, riuscendo a farsi conoscere, ampliando la propria immagine oltre i confini delle proprie cantine.

 

 

News ed eventi correlati

Leave a Comment

Your email address will not be published.