Chi è il fondatore?

Il sig. Giotto Rodolfo, ha sempre lavorato fin dall’infanzia nell’agricoltura e a stretto contatto con le viti. Cresciuto e sposato, ha continuato a lavorare la terra come conto terzista, come venditore di legna percorrendo in lungo e in largo la provincia di Treviso e quella di Venezia; con questa sua attività ha avuto modo di conoscere molte persone e resosi conto che la coltivazione della vite e la sua trasformazione in vino stava prendendo piede, con mille sacrifici la famiglia Giotto decide di comprare il suo primo appezzamento di terra dove metterà a dimora il primo vigneto aziendale.

Come è iniziata?

Per i primi anni la produzione aziendale era destinata al conferimento in una cantina sociale della zona e solo una piccola parte della produzione di uva era destinata alla produzione del vino è per usi famigliari; da qui Rodolfo ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla coltivazione della vite e alla produzione di vino per la vendita diretta, producendo il vino in maniera semplice e genuina.

Come si è allargata?

Col trascorrere degli anni la richiesta sempre maggiore di vino sfuso ha portato all’allargamento delle proprietà della famiglia passando da 1,5 ha del 1965 agli attuali 12 ha tutti coltivati a vigneto con diverse varietà autoctone e non.
Nel 1981 apre il nuovo punto vendita aziendale per vendite al dettaglio , in periodo vendemmiale, e non solo, è possibile assistere alla lavorazione e alla trasformazione dell’uva in vino.

Perchè il nostro vino è pregiato?

Nei primi anni 2000 vi è stato una graduale sostituzione dei vigneti più anziani con vigneti nuovi avendo però come punto focale la qualità dell’uva e del vino che ne sarebbe derivato. I terreni dell’azienda sono di proprietà e in affitto, sono disposti in vari appezzamenti, caratterizzati da altitudini e suoli diversi; gli appezzamenti ubicati sul Montello sono esposti a sud con suolo prevalentemente argilloso, da cui si ricavano rossi di grande corpo e posso essere anche destinati ad un lungo affinamento (Cabernet del Veneto 16) e bianchi ricchi di gusto e profumi (Igt Glera della Marca Trevigiana,Doc Prosecco di Treviso Millennium Extra Dry), i terreni che sono presenti in fondo valle sono terreni più sciolti e ricchi di scheletro, danno origine a vini con sentori più spiccati, i rossi risultano essere vivaci e di pronta beva (Igt Cabernet Franc del Veneto e Igt Marzemino del Veneto), i bianchi esprimono sentori marcati (Igt Pinot B. della Marca Trevigiana e Igt Verduzzo del Veneto), vengono commercializzati in bottiglia o sfusi.
In azienda eseguiamo lavorazioni atte ad abbassare l’impatto che la chimica ha sulla coltivazione dell’uva; stesso pensiero va nella vinificazione, nel quale stiamo incrementando sempre più l’utilizzo di prodotti naturali e riducendo al mino l’uso di Solfiti; ricercando fornitori, prodotti e tecniche innovative, ma che rispettino la nostra filosofia di qualità del vino l’ambiente nel quale viene prodotto.