Marzemino Vino

Il Marzemino è un antico vitigno autoctono italiano, particolarmente diffuso in Trentino, Friuli, Veneto e Sardegna. L’origine dei questa varietà di uva si districa tra leggende e storia: qualcuno sostiene che i semi provengano addirittura dalla città omerica di Merzifon, in Paflagonia; altri ravvisano la presenza delle uve Marzemino tra gli scambi commerciali che da Cipro arrivavano  nei centri di scambi agricoli lungo la foce del Po e dell’Adige, fino ai piedi delle Dolomiti; altri ancora ipotizzano che i primi semi siano stati portati in Trentino dai soldati della Repubblica di Venezia nel lontano 1600.

Il viaggio avventuroso, legato a storie e leggende, tenta di ripercorre l’origine di una varietà di uva che, pur essendo arrivata in sordina, è riuscita a conquistare un ampio pubblico di appassionati ed esperti.

L’uva Marzemino dà vita a un vino vivace e dal colore rosso rubino scuro, un prodotto che conserva un aroma avvolgente a base di frutti di bosco a bacca piccola e fiori appassiti, un sapore secco nella sua morbidezza e un’acidità quasi solleticante.

Il vino Marzemino presenta diverse declinazioni, ciascuna connotata da un accento diverso: le cantine di Emilia Romagna e Veneto producono una varietà frizzante e semplice da bere entro l’anno mentre le cantine del Trentino vantano un prodotto trattato con un leggero processo di affinamento in botte che arrotonda il sapore e dona grande carattere.

La struttura snella con picchi di mineralità e tanniti delicati viaggia dalla tavola alla storia, incontrando il favore di grandi personalità. Il Marzemino è il vino celebrato dal grande Wolfgang Amadeus Mozart nel secondo atto dell’opera Don Giovanni con la citazione: «Versa il vino! Eccellente Marzemino! ». Molto probabilmente la ragione di un tale privilegio è da imputare alla diffusione del Marzemino della Val Lagarina nella Vienna di quegli anni.